Cerca
lunedì 21 ottobre 2019 ..:: Function Point » Le nuove Tecnologie ::.. Registrazione  Login
 Lo trovi qui Riduci

 Stampa   
 Links Riduci

 Stampa   
 Il Libro Riduci

Copertina_Libro.jpg


 Stampa   
 Graziano Ferrini Riduci
Graziano Ferrini - Consulenze di Organizzazione e Management
Tuttosoftware SAS
Via delle Azalee, 7 - 20070 Dresano (MI)
Tel 02-9818568
mailto:info@grazianoferrini.it

 Stampa   
 Nuove tecnologie di interazione Riduci

Diverse e nuove tecnologie per l’interazione con gli utenti (Web, telefonino, televisore).

Quando sono state definite le rigorose regole IFPUG di conteggio previste per la tecnica dei Function Point, le tecnologie di riferimento per identificare il punto di vista dell’utente nell’identificare le funzioni da considerare ed il relativo livello di complessità erano poche e ben definite:

·        gli External Input erano costituiti da Maschere di Input di terminali senza intelligenza interna o da flussi batch di dati provenienti da altri ambienti applicativi;

·        gli External Output e gli External Query erano costituiti dalle maschere di output degli stessi terminali utilizzati per l’input, oppure da stampe o da flussi di dati batch destinati ad altri ambienti applicativi,

Negli anni novanta, e più ancora in questi ultimi anni, le tecnologie informatiche hanno messo a disposizione degli utenti nuovi e più flessibili strumenti che creano seri problemi interpretativi nell’applicazione delle regole di conteggio, così come sono al momento formulate.

Già l’utilizzo del PC, cioè di un terminale intelligente e programmabile, e lo sviluppo di applicazioni “Client-Server” crea un primo problema di definizione del confine applicativo. Il “Front-End” dell’applicazione Client-Server, nel conteggio dei Function Point deve essere considerato un ambito applicativo separato, che scambia flussi di dati con il “Back-End”? La corrente di pensiero prevalente è che debba essere considerato un unico ambito applicativo in quanto la separazione di funzioni software fra la parte Client e la parte Server deve essere considerato un fatto tecnico, e quindi trasparente rispetto al punto di vista dell’utente, che rappresenta il criterio di riferimento per l’identificazione delle funzioni da contare. Questo lascia però aperti alcuni problemi in quanto spesso un unico PC viene utilizzato come unica interfaccia integrata utente “Front End” per interagire con ambiti applicativi “Back-End” nettamente diversi e separati (Amministrazione, Gestione Clienti, Gestione ordini, Logistica e Magazzini ecc.).

Il problema si complica quando l’interfaccia utente di un sistema applicativo è costituita da WEB. E questo non solo perché le modalità operative e di sviluppo di un’applicazione WEB sono diverse da quelle dei sistemi applicativi più “tradizionali”, ma soprattutto perché spesso l’utente che interagisce tramite WEB è diverso dall’utente che interagisce tramite sistemi tradizionali. Sono sempre più diffusi sistemi che permettono agli utenti finali dei prodotti e servizi di effettuare e confermare un ordine ed effettuare il relativo pagamento tramite WEB.

E’ evidente che la progettazione e lo sviluppo di un “Front-End” destinato all’utente finale di un prodotto o servizio è sostanzialmente diversa dalla progettazione e sviluppo del “Front-End” destinato all’utente interno aziendale, anche se poi la parte “back-end” può essere comune. Ad esempio, le funzioni di controllo giacenza e di evasione di un sistema di gestione ordini possono essere comuni, ma il Front-End dell’utente finale è sicuramente diverso dal Front End dell’utente interno, anche se i dati scambiati sono gli stessi (dati del cliente, dati del prodotto, dati di pagamento ecc.). Quindi, se consideriamo un unico ambito applicativo per il nostro sistema di gestione ordini, e consideriamo solo aspetti tecnici di implementazione le varie tecnologie impiegate, non teniamo conto nel dimensionamento con i Function Point del sistema della necessità di progettare e sviluppare funzioni applicative diverse, pur con gli stessi dati da contare secondo le regole IFPUG.

Problemi analoghi, che quindi si aggiungono a quanto sopra riportato a proposito dell’interfaccia WEB, si presentano anche per l’impiego di altri  strumenti tecnologici di interazione, il cui impiego tende a diffondersi sempre di più. Mi riferisco in particolare all’utilizzo del telefonino, che gia oggi, sia con le funzioni di “Interactive Voice Recorder”, che tramite la tecnologia WAP,  permettono di interagire con sistemi applicativi per svolgere il ruolo di Front-End rispetto a diverse funzioni applicative. Anche qui si pone il problema di una diversa interazione utente, che tenga conto sia dei limiti dello strumento tecnologico disponibile, rispetta al PC, sia del diverso skill dell’utente del telefonino rispetto al navigatore WEB.

E già si pensa anche all’utilizzo del televisore, come strumento di interazione con gli utenti finali.


 Stampa   
Copyright (c) 2000-2006   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation