Cerca
giovedì 21 novembre 2019 ..:: Il Libro » La Proposta ::.. Registrazione  Login
 Il Libro Riduci

Copertina_Libro.jpg


 Stampa   
 Lo trovi qui Riduci

 Stampa   
 Links Riduci

 Stampa   
 La proposta metodologica Riduci

1.3      Come: il metodo BPI: Business Process Innovation

 

La proposta metodologica, illustrata in dettaglio nei successivi capitoli, si basa su un processo di analisi dell’impresa e di gestione del cambiamento i cui criteri generali non sono sostanzialmente diversi da quelli che caratterizzano l’intervento su un paziente affetto da un qualche disturbo che limita la sua qualità di vita o il suo livello di efficienza psico-fisica,  e cioè:

  • Una fase diagnostica, in cui utilizzando vari strumenti di analisi, si cerca di definire e localizzare il disturbo o l’anomalia (Radiologia, analisi cliniche, ecografie, TAC, Risonanza Magnetica, esami cardiologici, ecc)
  • Una fase di definizione della terapia, cioè il tipo di intervento terapeutico (farmacologico, chirurgico o altro) necessario per eliminare il disturbo o per ripristinare il livello di efficienza psico-fisica.
  • Una fase di esecuzione dell’intervento terapeutico (Ciclo di farmaci, Intervento chirurgico, trattamento chiropratico, ingessatura,  ecc.).
  • Una fase di rieducazione o convalescenza, in cui vengono riattivate le funzionalità che erano state limitate dal disturbo, monitorate le conseguenze dell’intervento terapeutico, e verificato il livello di recupero delle funzionalità nonché o di riduzione del disturbo e dell’anomalia.

 

Naturalmente, un corretto controllo di tutto il percorso diagnostico e terapeutico richiede che ogni fase sia correttamente registrata sulla cartella clinica, che fornisce un quadro sintetico globale della situazione, man mano che l’intervento procede nelle sue varie fasi. Questo è tanto più importante quanto più complesso è l’intervento da effettuare, e pertanto richiede l’intervento di operatori sanitari diversi, ognuno specializzato nella specifica disciplina diagnostica o terapeutica e relativi strumenti e tecnologie di supporto.

 

La proposta metodologica illustrata in dettaglio nei successivi capitoli si ispira appunto a questi criteri, cercando di applicare alle organizzazioni a rischio di “malattia”, cioè di perdita di efficienza e competitività, le stesse fasi logiche che caratterizzano gli interventi terapeutici; le fasi proposte sono pertanto:

 

1.      La fase di analisi dei processi: In questa fase dovranno essere identificati ed applicati gli strumenti di analisi, e cioè i modelli che possono essere applicabili in relazione ai processi organizzativi su cui si ritiene di dovere intervenire, tenendo conto del contesto e del clima organizzativo dell’azienda.  In questa fase è necessario comprendere bene gli obiettivi ed i limiti di ciascun modello di analisi in relazione al problema per il quale viene utilizzato. A questa fase viene dedicato uno spazio particolare, in quanto ritengo che sia l’aspetto maggiormente carente negli approcci normalmente seguiti per effettuare interventi di innovazione e di cambiamento nelle organizzazioni.

 

2.      La fase di definizione dell’intervento; in questa fase viene definito il tipo di intervento da effettuare: Organizzativo, Tecnologico, ecc. E’ la fase in cui, interpretando la situazione resa evidente dall’indagine diagnostica, vengono individuati e definiti gli strumenti ed i tipi di intervento da effettuare per risolvere gli eventuali problemi e perseguire gli obiettivi di miglioramento e di innovazione definiti, tenendo presente la necessità di assicurare la coerenza con l’ambiente e con il clima organizzativo esistente.

 

3.      La fase di esecuzione dell’Intervento, cioè delle azioni definite e considerate necessarie per il miglioramento e l’innovazione dei processi: ridefinizione delle strutture organizzative, riassegnazione di ruoli e responsabilità, acquisizione di strumenti tecnologici, sviluppo di software, definizione e formalizzazione di procedure, esecuzione di interventi formativi ecc. in questa fase devono essere individuati gli indicatori atti a verificare il grado di cambiamento organizzativo in divenire.

 

4.      Fase di messa in esercizio del nuovo sistema di processi definito e di verifica del  grado di miglioramento del livello di efficacia ed efficienza della gestione ottenuto per effetto del cambiamento.

 

Anche per la corretta gestione e controllo di tutto il processo di innovazione è fondamentale la “cartella clinica” cioè il “piano del progetto di intervento”, con il quale devono essere definite tutte le attività richieste per completare il progetto, le risorse specialistiche e finanziarie necessarie per svolgere le varie attività, nonché i tempi di esecuzione delle attività stesse. Il controllo di avanzamento delle attività pianificate consente di verificare in corso d’opera se quanto si sta facendo è coerente con gli obiettivi di risultato, di costo e di tempo previsti.

 

Il metodo sopra sinteticamente descritto è rappresentato schematicamente nella figura 1, in cui sono rappresentate le quattro fasi sopra citate, nonché il processo tramite il quale viene prodotto il piano del progetto e registrato l’avanzamento delle attività. Le frecce presenti nello schema evidenziano che il piano deve “governare” le attività di ciascuna fase, mentre le attività delle fasi operative, a loro volta, generano le informazioni di avanzamento che vanno ad aggiornare il piano stesso.

 

Le frecce che collegano i rettangoli che rappresentano le fasi del processo di innovazione rappresentano il risultato prodotto da ciascuna fase, che va ad alimentare la fase logica successiva; tali prodotti sono rispettivamente:

·        La mappa dei processi

·        Il progetto di innovazione dei processi

·        I processi innovati

 

Nei capitoli successivi vengono descritte in dettaglio le fasi riportate nello schema, nonché i prodotti che sono il risultato di ciascuna fase


 Stampa   
 Graziano Ferrini Riduci
Graziano Ferrini - Consulenze di Organizzazione e Management
Tuttosoftware SAS
Via delle Azalee, 7 - 20070 Dresano (MI)
Tel 02-9818568
mailto:info@grazianoferrini.it

 Stampa   
Copyright (c) 2000-2006   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation