Cerca
giovedì 13 dicembre 2018 ..:: Il Decalogo del PM » 3. Sviluppare il “Business Case” del progetto ::.. Registrazione  Login
 Il Libro Riduci

Copertina_Libro.jpg


 Stampa   
 Lo trovi qui Riduci

 Stampa   
 Links Riduci

 Stampa   
 3° Punto del Decalogo del PM: Business Case del Progetto Riduci

Business Case è il termine normalmente utilizzato per fare riferimento al documento di progetto nel quale vengono riportate le stime di distribuzione temporale prevista dei costi e dei ricavi.
Nell’analisi della fattibilità economica di un progetto è infatti essenziale tenere conto della diversa distribuzione temporale dei costi, che sono tutti concentrati nella fase di realizzazione del progetto, rispetto ai benefici, che saranno disponibili solo dopo l’attivazione operativa delle funzioni che il prodotto del progetto metterà a disposizione. I costi da considerare sono:

  • i costi di progettazione, realizzazione ed avviamento dei prodotti finali del progetto: costi di risorse umane e costi di apparecchiature tecnologiche;
  • i costi di esercizio dopo la partenza operativa del nuovo sistema di processi: ancora costi di risorse umane, costi di manutenzione e costi di utilizzo di componenti infrastrutturali.

I benefici economici da considerare sono gli eventuali maggiori ricavi e gli eventuali minori costi derivanti da valutazione di maggiori efficienze, nonché minori costi derivanti da disattivazione di sistemi e processi attuali che potranno essere dismessi in quanto sostituiti dai prodotti del progetto.
Per tener conto della diversa distribuzione dei costi rispetto a quella dei ricavi, tutti i flussi dovranno essere attualizzati al fine di renderli confrontabili. L’analisi dei flussi finanziari attualizzati dovrà evidenziare il “punto di pareggio economico” (Break Even Point), cioè il momento nel tempo in cui la curva dei ricavi incrocia la curva dei costi, e quindi il punto in cui il complesso dei ricavi stimati pareggia i costi. Di norma, il progetto sarà considerato “a valore aggiunto” per l’organizzazione se il punto di pareggio economico risulterà anteriore al tempo previsto di vita utile del prodotto del progetto. Ovviamente, questo tempo potrà essere molto diverso a seconda della tipologia di prodotto interessata, e potrà andare da pochi mesi o anni (come ad esempio per una campagna promozionale o un nuovo prodotto), fino anche ad alcuni decenni (come per un nuovo impianto, una nuova sede o un’opera pubblica).


 Stampa   
 Graziano Ferrini Riduci
Graziano Ferrini - Consulenze di Organizzazione e Management
Tuttosoftware SAS
Via delle Azalee, 7 - 20070 Dresano (MI)
Tel 02-9818568
mailto:info@grazianoferrini.it

 Stampa   
Copyright (c) 2000-2006   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2018 by DotNetNuke Corporation