Cerca
mercoledì 11 dicembre 2019 ..:: Il Libro » La rappresentazione della realtà ::.. Registrazione  Login
 Il Libro Riduci

Copertina_Libro.jpg


 Stampa   
 Lo trovi qui Riduci

 Stampa   
 Links Riduci

 Stampa   
 La rappresentazione della realtà Riduci

1.1      Il problema della rappresentazione della realtà

 

Nel processo di analisi di una realtà organizzativa più o meno complessa, uno dei principali problemi da risolvere è costituito dalla difficoltà di definire e descrivere in modo oggettivo i componenti di tale realtà, in modo che da tale descrizione si possa arrivare ad identificare e descrivere tutti gli aspetti significativi in relazione agli obiettivi dell’analisi;  e possibilmente solo quelli, perché eventuali elementi informativi non utili o marginali  finiscono per essere elementi di disturbo nella descrizione degli aspetti ritenuti rilevanti in relazione all’obiettivo.

 

In particolare, tenendo conto che la stragrande maggioranza dei processi gestionali ed amministrativi sono legati al trattamento del prodotto "informazione", molti interventi di miglioramento organizzativo richiedono una preliminare analisi strutturata e sistematica dei processi di trattamento delle informazioni.

 

Ad una prima analisi il problema può sembrare semplice; si tratta di identificare le persone coinvolte nel processo oggetto di analisi, e farsi dire da loro, con chiarezza, quali attività svolgono, quali informazioni utilizzano per lo svolgimento delle attività, quali sono le eventuali carenze e cosa è necessario per migliorare il processo di lavoro e le informazioni di supporto; dopodiché si tratterà di superare le difficoltà tecniche legate all'eventuale utilizzo delle tecnologie necessarie per dare risposta a quanto richiesto.

 

In realtà, però, il problema non è così semplice; anzi, spesso è il principale problema da risolvere; è  ormai a tutti noto che un sistema informatico, per dare le sue risposte, deve essere opportunamente "istruito" attraverso il programma, cioè il software; ma per istruire correttamente il computer è necessario definire e descrivere prima, con linguaggi "umani" comprensibili a tutti, le risposte che il computer stesso dovrà dare.

 

Una approfondita riflessione sul tema della rappresentazione della realtà può contribuire ad una miglior comprensione del problema della descrizione e rappresentazione delle realtà complesse.

 

1.1.1       Conoscenza e comunicazione

 

La conoscenza dei fenomeni e degli aspetti della realtà passa necessariamente attraverso una loro descrizione e rappresentazione che sia trasferibile e comprensibile dalle persone che devono in qualche misura utilizzare tale conoscenza; o perché devono interagire con i fenomeni e la realtà, o perché devono contribuire a modificare la realtà; ciò significa che conoscenza e comunicazione sono fra loro intimamente legate.

 

La conoscenza si raggiunge e si arricchisce solo se si creano le condizioni affinché la stessa possa essere trasferita e comunicata ad altri capaci di comprenderla: per conseguire tale obiettivo è necessaria una "rappresentazione" della “conoscenza" condivisa da chi contribuisce al processo conoscitivo e da chi usufruisce della conoscenza acquisita.

 

Il primo strumento di rappresentazione e comunicazione della conoscenza usato dall'uomo è stata la rappresentazione grafica della componente morfologica degli oggetti reali, come  è testimoniato dai graffiti della grotta di Altamira. Gli studiosi sono concordi nell'interpretazione del significato dei graffiti; secondo tali interpretazioni, infatti, tali graffiti servivano per insegnare a riconoscere gli animali da cacciare ed ad indicare le parti più vulnerabili dell'animale per permetterne la caccia.

 

Dopo l'invenzione della scrittura, lo strumento principale di rappresentazione e comunicazione della realtà è diventata la parola scritta. Infatti, a differenza della rappresentazione grafica, la trascrizione della parola usata per la comunicazione orale permette di descrivere, e quindi rappresentare in modo comunicabile e trasferibile, aspetti della realtà non rappresentabili graficamente, quali ad esempio: comportamenti, movimenti, azioni, fenomeni, processi evolutivi, sensazioni, emozioni e così via.

 

 

L'importanza del linguaggio come strumento di rappresentazione e comunicazione ha indotto Aristotele a stabilire, con i suoi sillogismi, delle regole rigorose nell'uso delle parole, al fine di ridurre quando più possibile le ambiguità e le imprecisioni che caratterizzano l'utilizzo del linguaggio naturale come strumento di comunicazione. La storia dello sviluppo del pensiero umano è ricca di spunti che mettono in evidenza, da un lato, l'importanza del linguaggio come strumento di comunicazione e dall'altro, il fatto che il linguaggio da solo può essere insufficiente a rappresentare adeguatamente ed in modo rigoroso certi fenomeni e certi aspetti della realtà.

 

Zenone, con i suoi paradossi, fra cui quello famoso del Piè Veloce Achille e la tartaruga, dimostrava già 2500 anni fa quanto il linguaggio naturale fosse inadeguato come strumento rigoroso di comunicazione; e quindi della necessità di ricorrere ad altri modelli descrittivi e rappresentativi.

Una norma di legge è un tipico esempio di modello scritto e definito facendo uso esclusivamente del linguaggio naturale; la realtà che il modello "norma di legge" rappresenta è la volontà del legislatore, che si trova nella testa delle persone che hanno generato la norma. Per questo motivo‚ spesso, la norma diventa difficilmente comprensibile, in quanto il linguaggio naturale non sempre si presta ad esprimere in modo completo e corretto tale volontà. Il problema si complica ulteriormente quando, come nel caso del nostro quadro normativo, la legge è il risultato di compromessi fra le varie componenti politiche che ne determinano la stesura e l’approvazione, nonché di stratificazioni successive di norme spesso non correlate e talvolta contraddittorie.

 

Per questi motivi, nell'applicazione della legge, ove possibile, si cerca di ricorrere ad interpretazioni della stessa che ne sono state date in precedenti applicazioni processuali, cioè nell'ambito di altre situazioni reali in cui la stessa è stata applicata.


 Stampa   
 Graziano Ferrini Riduci
Graziano Ferrini - Consulenze di Organizzazione e Management
Tuttosoftware SAS
Via delle Azalee, 7 - 20070 Dresano (MI)
Tel 02-9818568
mailto:info@grazianoferrini.it

 Stampa   
Copyright (c) 2000-2006   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation